PRESA DI COSCIENZA

Ottava classificata nella sezione poesia nel premio Nicola Martucci XIII edizione Valenzano (BA) giugno 2015

Solo vado per sentieri erti.

Viandante sconsolato di un incerto cammino,

attraverso boschi, valli e rocce inerti

per cercar di scoprire il mio destino.

 

Giunto in cima alla montagna,

gli occhi e la mente si rivolgono all’infinito,

con l’indissolubile anima compagna,

medito su tutto quello che ho acquisito.

 

Essa si scopre inerme ed inadeguata,

dinnanzi alla grandezza della natura.

 

Assiso su una roccia muschiata

prendo coscienza della mia infima statura

e lancio al vento un’invocazione disperata,

facendo del mio passato, sonora abiura!

 

1.12.2005

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.