Disarticolati pensieri

 

Come una nube dal vento sospinta,

così la mente vaga sull’abbrivio dei ricordi

e sulla spinta dei sentimenti.

 

Ripercorre il passato e prefigura un futuro

di cui non si conosce la dimensione.

 

Tenta di far sintesi della vita,

chiedendosi cosa mai ne sarà di essa.

 

Gli affetti scompaiono, le speranze si attenuano.

Cosa rimarrà di me e del mio vissuto?

 

Vagheggio un tempo, non molto lontano,

in cui si perderà anche il ricordo.

 

Sconsolato prendo carta e penna

nel fallace tentativo di vergare

un illusorio segno che mi sopravviva.

 

8 maggio 2008

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Poesia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.